Ogni uomo ha in sé il potenziale per guarire, la chiropratica ne favorisce lo sviluppo.

art

Ogni uomo ha in sé il potenziale per guarire, la chiropratica ne favorisce lo sviluppo.

La chiropratica è una scienza clinica nata negli Stati Uniti nel 1895 grazie a Daniel David Palmer, che con un trattamento manuale restituì l’udito a un uomo diventato sordo in seguito ad un trauma spinale. Secondo le teorie di base della chiropratica esiste infatti uno stretto legame tra la struttura ed il movimento della colonna vertebrale ed il funzionamento del sistema nervoso, per cui qualsiasi alterazione biomeccanica ed infiammatoria che coinvolge la colonna vertebrale può causare un’interferenza nell’impulso nervoso, da cui può derivare un’alterazione dello stato di salute. Queste disfunzioni in chiropratica vengono chiamate “sublussazioni”. Nella colonna vertebrale passano tutti i nervi che collegano il cervello con tutti gli organi e tutte le articolazioni del corpo. I messaggi trasmessi dai nervi sono inizialmente rielaborati all’interno della spina dorsale e poi raggiungono il cervello (nervi in entrata) o gli organi (nervi in uscita). Una disfunzione biochimica-meccanica (sublussazione) a livello della spina dorsale può causare delle differenze nella comunicazione nervosa e compromettere il funzionamento di organi e cervello. La sublussazione può essere assolutamente asintomatica, ciò non significa che essa no possa compromettere il corretto funzionamento dell’organismo. Non è necessario avere dolori o stare male per beneficiare della chiropratica… anche le sublussazioni asintomatiche vanno corrette per garantire un ottimale funzionamento dell’organismo e una migliore qualità della vita. Le sublussazioni possono essere causate da numerosi fattori come lo stress, le cattive posture, i “colpi di frusta” o i traumi in generale, le ernie e le protrusioni discali, la vita sedentaria, la scorretta alimentazione, la malocclusione dentale, il consumo di alcol, di sigarette o droghe, tutti fattori che, indebolendo il sistema neuro-muscolo-scheletrico, lo privano dell’originario equilibrio. La colonna vertebrale si comporta come un vero e proprio organo che gestisce il convergere di tutte le informazioni sul controllo del corpo e come tale deve essere trattata da mani esperte. Ad esempio, nel caso di un problema ai piedi, un “plantare” non è una soluzione se la colonna vertebrale ed il resto del corpo non riescono ad adattarsi a tale cambio. Lo stesso vale per un problema occlusale: quando il dentista ripristina la funzione della bocca, si creano dei nuovi riflessi posturali ai quali la spina dorsale si deve adattare. Quindi: E’ necessario uno specialista che sappia individuare queste problematiche, le sappia relazionare fra di loro ed il “Complesso funzionale della colonna vertebrale”.
La colonna vertebrale è un organo delicato e deve essere “aggiustato” da mani esperte. Le correzioni ai piedi, bocca, sistema dell’equilibrio, sistema visivo devono essere correlate ad “aggiustamenti” della colonna vertebrale e devono avvenire gradualmente per permettere alla colonna ed al sistema nervoso di adattarsi. Non esiste la soluzione che “sistema tutto” od un unico fattore causante… i problemi sono sempre multifattoriali e devono essere presi in considerazione come tali. Lo specialista laureato che si occupa dell’integrità del “Complesso funzionale della colonna vertebrale” ed attua “aggiustamenti” vertebrali chiropratici è il Dottore in Chiropratica (solo dopo avere terminato un corso di laurea di 6 anni presso un’Università Chiropratica, generalmente negli Stati Uniti ed accreditata dagli organi competenti a livello internazionale). Il chiropratico utilizza prevalentemente la tecnica dell’”aggiustamento”, così definita per differenziarla dalla manipolazione, utilizzata da altre medicine manuali che agiscono solo sulla zona dolorante.
L’aggiustamento chiropratico è la correzione della sublussazione vertebrale in termini chiropratici. Si differenzia da altre tecniche di medicina manuale quali la mobilitazione e la manipolazione che sono indirizzate alla riduzione del blocco articolare e del dolore a livello locale. L’aggiustamento consiste in una manovra altamente specifica rivolta alla correzione di riflessi neuromuscolari, vestibolari e viscerali sia a livello locale che… ascendente o discendente dal punto di applicazione. In questo senso il dolore ed il blocco articolare, benché sollevati dall’aggiustamento, non sono sempre indicazioni allo stesso. La valutazione chiropratica è atta all’identificazione di una serie di indicazioni funzionali riguardanti tutto il sistema corporeo, neuro-muscoloscheletrico e dell’equilibrio. Le correzioni avvengono attraverso metodiche appositamente studiate secondo protocolli chiropratici determinati da anni di studi negli Stati Uniti, Australia, Nuova Zelanda, Inghilterra, Danumarca e altri paesi dove la chiropratica è oggetto di legislazione da molti anni.

CHIROSPORT Dr. Giovanni Bisanti Via Cesare Battisti, 46 20854 Vedano al Lambro (MB)